Progetto BIOCHAR PLUS

Progetto BIOCHAR PLUS
Programma CE:
10° Fondo Europeo di Sviluppo – ACP Science and Technology Programme

Progetto: BIOCHAR PLUS – Energy, health, agricultural and environmental benefits from biochar use: building capacities in ACP Countries

Committente: ACP Science and Technology Programme

Durata: Dal 1° Febbraio 2014 al 31 Gennaio 2017.

Incarico: Come partner di progetto, Starter svolge assistenza al coordinamento tecnico-scientifico, monitoraggio e valutazione. L’approccio è basato sull’apprendimento esperienziale nonché sulla gestione della conoscenza e delle informazioni e sulla loro condivisione. Inoltre, grazie al proprio sistema di relazioni internazionali, Starter ha il compito di facilitare il networking e di sviluppare le attività di trasferimento dei risultati a decisori politici (es. governi di paesi africani, African Union e organizzazioni regionali) tramite un’adeguata azione di policy advocacy orientata a favorirne l’inclusione nelle strategie e nelle politiche di sviluppo socioeconomico, ambientali, energetiche, agricole a della salute pubblica.

Sito Web: https://sites.google.com/site/biocharplusproject/home/

Descrizione: La crescente domanda di combustibile legnoso in Africa, unita alla scarsità di fonti energetiche alternative, contribuisce al declino ecologico, alla riduzione delle superfici forestali, all’avanzamento della savana, alla perdita di biodiversità, all’erosione del suolo. Questo minaccia la sopravvivenza delle comunità.
Come possibile risposta, BIOCHAR PLUS promuove la conoscenza e la realizzazione di sistemi a biochar. Il biochar è una tecnologia eco-compatibile che offre molteplici benefici: l’accesso all’energia e l’efficienza energetica, la salubrità, applicazioni in campo agricolo che aumentano la produttività dei suoli, vantaggi per l’ambiente e opportunità per lo sviluppo locale. Il progetto coglie le diverse opportunità legate alla disponibilità in alcuni contesti africani di residui e scarti agricoli, e altre biomasse di scarto, alla loro semplice conversione in biochar mediante la pirolisi della stufa Elsa, al modesto investimento iniziale necessario, alla crescente domanda di stufe che non emettano fumi, per convogliare la produzione di biochar attraverso sistemi energetici integrati, facendola così divenire un’opportunità di sviluppo economico per le comunità locali di Ghana, Togo, Sierra Leone, Capo Verde, Etiopia e Zimbabwe.
BIOCHAR PLUS favorisce l’adozione più ampia possibile di tale tecnologia, già disponibile, e lo sviluppo socioeconomico delle famiglie e delle comunità. Il progetto, inoltre, stimola lo sviluppo di politiche e misure di incentivazione per il biochar e costruisce le capacità tecniche, imprenditoriali e scientifiche di tutti i portatori d’interesse.

Il progetto porta alla realizzazione di cluster per:
1. La produzione e la vendita di stufe pirolitiche a biochar;
2. La produzione e la vendita di combustibile di origine organica e locale;
3. La raccolta e la distribuzione del biochar.

Il progetto prevede due principali ambiti d’azione:
1. La promozione sia di piccoli impianti (la stufa Elsa) che di impianti di scala maggiore, con i relativi cluster
2. L’appropriazione della tecnologia da parte delle comunità locali attraverso un approccio partecipativo.